Contest Alpe Adria VHF 2020

Il contest Alpe Adria è a mio avviso uno dei contest più belli e partecipati per quanto riguarda le bande VHF e UHF. Questo grazie anche alla sua valenza internazionale, infatti oltre alla classifica nazionale c'è anche una classifica che raggruppa tutti i partecipanti delle nazioni aderenti.
Per quanto riguarda il nostro team siamo alla terza partecipazione ed ovviamente alla prima come IQ6AV CISAR Pesaro e Urbino.

Come location abbiamo scelto il collaudato Monte Nerone (PU) locatore JN63GM a 1500 metri di altezza sull'appenino marchigiano. La giornata inizia con la sveglia alle 5.30 ed è alquanto incerta, infatti all'orizzonte si vedono evidenti i segni di un temporale. Decidiamo comunque di partire, fidandoci delle previsioni meteo che professano sole pieno. Arrivati sul posto troviamo freddo, vento e nuvole basse, ma con qualche sprazzo di sole. Questa volta abbiamo un'incognita in più, infatti non possiamo appoggiarci al fidato camper e dobbiamo improvvisare. Scegliamo quindi di sfruttare un tavolo da pick-nic disponibile sulla piazzola di sosta per posizionare le radio e l'auto di Stefano per sostenere il palo. 

La configurazione è quella classica con la 13 elementi e lo Yeasu FT-897 per partecipare nella categoria fino a 50 Watt. Il fatto di essere all'aperto ci crea qualche problema con i riflessi sullo schermo del PC, ma Stefano ha una brillante idea e riusciamo ad iniziare anche se con qualche minuto di ritardo sulla tabella di marcia. Anche il microfono da tavolo risulta troppo amplificato per operare in queste condizioni di vento e dobbiamo ripiegare sul classico microfono palmare. 

Come ci aspettavamo si parte subito fortissimo, anche se la propagazione non è lunghissima grazie all'altezza ed alla folta partecipazione le stazioni da collegare si susseguono velocemente e per le prime ore l'unico problema è evitare i disturbi delle stazioni vicine, sicuramente con potenze più elevate della nostra, che ci impediscono di ascoltare i segnali più deboli. Finalmente riusciamo a collegare qualche stazione francese, qualche tedesco, la Sicilia e la Sardegna. Nel frattempo il sole picchia e per evitare insolazioni montiamo al volo un gazebo a cui però dobbiamo fare da contrappeso visto il vento.

A fine giornata non siamo comunque molto soddisfatti, consapevoli che parecchie stazioni dell'est Europa viste sul cluster non siamo riusciti a collegarle, chiudiamo comunque con 160 collegamenti, un QRB (massima distanza) di 740 Km con F6KFH locatore JN39OC ed un punteggio stimato di 37476.

In attesa della classifica nazionale ed internazionale ci portiamo a casa una bellissima giornata, dove fra le altre cose abbiamo avuto modo di trasmettere ai tanti curiosi qualche nozione sulla radio e sui Radioamatori.

Nella galleria sono disponibile le foto dell'evento.

Stampa

Articoli Correlati